novembre 12

DISABILITA’ E TUTELE GIURIDICHE

15/11/2018, dalle 15 alle 18
c/o Sala Mutuo Soccorso in Bergamo, Via Zambonate n. 33.

Nel corso del convegno organizzato da Aiga Bergamo in collaborazione con FondazioneAigaTommasoBucciarelli, con il patrocinio di Comune di Bergamo, Comitato Pari Opportunità di Bergamo, Confartigianato Imprese Bergamo, CONI Lombardia, Aribi – Associata FIAB di Bergamo, Associazione Disabili Bergamaschi, MUBE, si analizzeranno le problematiche relative alle persone diversamente abili sotto molteplici profili, principalmente attraverso l’analisi dell’acceso al mondo dello sport. Non mancherà l’analisi dei profili relativi alle tutele giuridiche sia civili che penali a favore degli stessi sia a livello comunitario, che internazionale ed italiano, con particolare riferimento alla legge n. 67 del 2006 recante le Norme sulla Tutela Giudiziaria delle persone con disabilità. Da ultimo verranno analizzate le tutele giuridiche esistenti per i familiari conviventi con i diversamente abili (Legge sul “Dopo di Noi” e stanziamenti per i cosiddetti “caregivers”).

Dopo i saluti istituzionali di Carlo Foglieni, Presidente Aiga Bergamo, Lara Magoni, Assessore Regionale e Delegata CONI Lombardia, Loredana Poli, Assessore all’istruzione, Formazione, Università e Sport del Comune di Bergamo, Chiara Iengo, Comitato Pari Opportunità Ordine Avvocati di Bergamo, Adriana Danelli, Associazione Disabili Bergamaschi, Diego Armellini, Presidente Giovani Confartigianato, Claudia Ratti, Presidente A.Ri.Bi, interverranno:

Massimo Rolla, avvocato del Foro di Perugia, membro del dipartimento di diritto sportivo della Fondazione Aiga Tommaso Bucciarelli;

Maria Luisa Garatti, Avvocata del Foro di Brescia e maratoneta

Giordano Tomasoni, Atleta paraolimpico di handbike.

Isabella Seghezzi, Avvocata del Foro di Bergamo, commissione di diritto lavoro di Aiga Bergamo.

Con la partecipazione straordinaria di Andrea Cassarà, Campione Olimpico di Scherma.

Moderano l’evento Eleonora Capelli, giornalista de Ecodibergamo, e Enrico Cortesi, avvocato del Foro di Bergamo, referente commissione di diritto penale di Aiga Bergamo.

Un particolare ringraziamento Pietro Fassi , referente della Commissione di Diritto Sportivo di Aiga Bergamo

ottobre 11

Resoconto del XXXIV Congresso Nazionale Forense di Catania

E’ stata una tre giorni intensa quella del XXXIV Congresso Nazionale Forense tenutosi a Catania il 4, 5 e 6 ottobre 2018 a cui ha partecipato, in qualità di delegato, il nostro Presidente Carlo Foglieni: 3 giornate, 1843 congressisti, 644 delegati (206 donne e 438 uomini), 33 relatori, 54 interventi e 21 testate accreditate.

All’esito del XXXIV Congresso Nazionale Forense di Catania possiamo ben dire che AIGA si è contraddistinta dalle altre associazioni forensi ed ha brillato nel panorama forense grazie alla presenza di tantissimi delegati e congressisti provenienti da tutta Italia.

Nonostante le calamità naturali che hanno cercato di ostacolare il già difficile scenario congressuale, la nostra Associazione ha viaggiato unita e compatta verso l’obiettivo, ottenendo lo straordinario risultato dell’approvazione di entrambe le mozioni presentate: quella sulla monocommittenza (estensore P. Patrizio) e quella sulla società tra avvocati (estensore F. P. Perchinunno), seppur quest’ultima parzialmente ridimensionata dall’approvazione da parte del Congresso della mozione che prevede l’esclusione del socio di capitale dalla società tra avvocati.

Le mozioni hanno avuto il plauso che meritavano, riempiendoci di orgoglio in un tam tam di abbracci, condivisione del successo in ogni chat possibile, in uno scambio che rivela il senso ultimo di ogni nostra fatica, che passi attraverso riunioni, impegni familiari trascurati, aerei e treni presi in ogni condizione climatica inimmaginabile, confronti sempre onesti e anche, quando necessario, giustamente accesi, ben consapevoli che c’è ancora molta  strada da fare.   

Aiga, con la fatica ed il sacrificio dei suoi associati nei vari territori, ha conquistato un posto di tutto rispetto nello scenario forense italiano e prova di ciò è stato il riconoscimento da parte del CNF e dell’OCF del contributo fornito dalla nostra associazione durante i lavori pre-congressuali. Perché accesa è la voglia di essere protagonisti. Di cambiare il corso degli eventi e di mutare le circostanze.

Sono state approvate inoltre per acclamazione – alla presenza del Ministro delle Giustizia Bonafede – le mozioni relative all’avvocato in costituzione. E’ infatti ormai improcrastinabile l’inserimento della figura dell’avvocato in Costituzione al fine non solo di riaffermarne la funzione sociale di garante dei diritti e del giusto processo, ma anche per aumentarne le competenze attraverso il rafforzamento del processo di degiurisdizionalizzazione avviato negli ultimi anni.

E’ stata inoltre approvata la mozione presentata dall’Unione della Camere Civili sulla riforma del processo civile, comportando l’approvazione per “assorbimento” di tutte le altre mozioni affini e il rigetto di quelle incompatibili.

E’ stata altresì approvata la mozione presentata dalla Collega Cinzia Preti sulla natura giuridica dell’ordine forense, comportando l’approvazione per “assorbimento” di tutte le altre mozioni affini e il rigetto di quelle incompatibili.

Sono state approvate inoltre tutte le mozioni relative alla “salvaguardia dell’effettività dei compensi dei professionisti e dei tempi del loro pagamento“.

Degno di nota è infine il fatto che non sono state approvate dal Congresso tutte le mozioni in cui si tutelava la parità di genere nelle istituzioni forensi, a partire dall’OCF, e la partecipazione – di diritto – al Congresso Nazionale Forense dei Presidenti del Comitato Pari Opportunità degli Ordini. Non a caso, è bene sottolinearlo, le donne delegate al Congresso erano meno della metà dei delegati uomini nonostante, come tutte le statistiche lo dimostrano, la professione forense sia sempre più “al femminile”. Segno evidente che la strada da percorrere è ancora molta.

Nella mattina di sabato è stata infine eletta quale delegata dell’Organismo Congressuale Forense per il Distretto di Brescia la Collega Alessandra Dalla Bona, a cui AIGA augura naturalmente di fare un buon lavoro per tutto il distretto.

ottobre 11

Aiga incontra la politica: incontro con il MIUR, i membri della Commissione Giustizia ed il Sen. Pillon.

Nell’intensa mattinata di martedì 9 ottobre u.s., in quel di Roma, delegazioni di AIGA – di cui hanno preso parte il nostro Presidente Carlo Foglieni e la consigliera Erika Trio – sono state ricevute dal gruppo M5S alla Commissione Giustizia, da referenti del M.I.U.R. e dal senatore Pillon, trovando in ciascuno degli interlocutori disponibilità al recepimento delle istanze sollevate.

L’incontro con i parlamentari M5S della Commissione Giustizia 
In particolare, in occasione dell’incontro con i Parlamentari del Movimento 5 Stelle, AIGA ha avuto modo di sottoporre all’attenzione di questi alcuni tra i temi a sé più cari (accesso alla professione, scuole forensi, compensi professionali), oltre che di esporre nuovamente il proprio punto di vista su temi caldi, quali la proposta di riforma della legittima difesa.

 

L’incontro al MIUR 
Al MIUR si è parlato invece del “Progetto legalità” proposto da AIGA Bergamo, con riferimento al quale il Ministero si è reso disponibile a sottoscrivere un Protocollo d’intesa che preveda, tra gli altri aspetti, l’intervento di avvocati nelle scuole, della proposta di reintroduzione nei programmi formativi di Educazione civica, e della necessità di una maggiore attualizzazione dei percorsi di studio universitari, nell’ottica di una migliore preparazione del futuro professionista. Così come dal gruppo M5S alla Commissione

Giustizia, AIGA ha ricevuto dal Ministero l’impegno alla massima collaborazione, riscuotendo apprezzamenti per le capacità propositive e la competenza dimostrata nelle varie argomentazioni.

L’incontro con il Sen. Pillon. 
Altrettanto positivo è stato l’incontro con il sen. Pillon, nonostante l’estrema delicatezza dell’argomento discusso, in un clima di sereno confronto nel quale è stata denotata l’adesione allo spirito che anima l’impianto normativo, volto a riequilibrare le posizioni tra coniugi senza sacrificare la personalità del minore, sottoponendo, tuttavia, diverse segnalazioni volte a migliorare la riforma nei punti più sensibili. Il Senatore ha infatti dimostrato notevole interesse nell’ascoltare le – non poche – criticità sollevate da AIGA al DdL di riforma portante il suo nome, con particolare riferimento agli aspetti notoriamente più contrastati della proposta di riforma stessa (obbligatorietà della mediazione, coordinatore genitoriale, bigenitorialità perfetta e mantenimento diretto), rendendosi disponibile a raccogliere quanto esposto.

AIGA, aldilà delle attestazioni di stima ricevute dai colleghi oggi incontrati, rinnova il suo impegno per il miglioramento delle riforme in essere e dell’intero settore giustizia.

ottobre 11

Diritto al cibo e sicurezza alimentare, è davvero tutto a posto?

19/10/2018, dalle ore 17.30 alle 19.30

c/o Auditorium del Collegio Vescovile Sant’Alessandro (BG), via Garibaldi n. 3.

Una coinvolgente lezione-spettacolo dal titolo “Cicerone contro Verre: grano, potere e corruzione – un’incredibile battaglia per la giustizia” che racconta una grande battaglia per la dignità e la giustizia condotta grazie ad una sola arma: il genio di Cicerone. Pochi sanno che Marco Tullio Cicerone ha messo a rischio e la carriera di giovane e brillante avvocato della grande Roma repubblicana e la sua stessa vita nel processo “Contro Verre”. La vicenda, entusiasmante quanto un vero poliziesco, è la battaglia contro il crimine per il ripristino della giustizia, condotta dai Siciliani contro Gaio Licinio Verre, nominato da Roma “Propretore della Provincia di Sicilia” dal 73 al 71 a. C.

A seguire la tavola rotonda “Il diritto al cibo, cosa vediamo e non vediamo localmente, cosa succede globalmente” con Alfonso Veneroso (attore e regista), Giacomo Invernizzi (Direttore Opera Bonomelli), Gianluigi Milesi (Past Presidente Cesvi) e Gabriele Rinaldi (direttore dell’Orto Botanico di Bergamo).

L’evento viene organizzato nell’ambito della progetto europeo “Big Picnic” nella settimana del “Diritto al Cibo” promossa e patrocinata dal Comune di Bergamo, dall’Orto Botanico di Bergamo, dall’Associazione Amici dell’Orto Botanico di Bergamo e dall’Aiga di Bergamo, con la partecipazione dell’Opera Bonomelli Onlus, del Cesvi, della Camera di Commercio di Bergamo e dell’Ateneo Scienze Lettere ed Arti di Bergamo.

L’evento è gratuito ed è prenotabile tramite portale sfera. 2 crediti formativi in diritto penale. 

 

 

NEWER OLDER 1 2 77 78